4.

Home
1.
2.
3.
4.
5.
6.

 

Il pensiero è la proposizione munita di senso.

4.001 - 4.003        4.01 - 4.06

4.1 (2)    La proposizione rappresenta il sussistere e non sussistere degli stati di cose.

4.2 (8)    Il senso della proposizione è la sua concordanza o discordanza con le possibilità del sussistere e non sussistere degli stati di cose.

4.3 (1)    Le possibilità di verità delle proposizioni elementari significano le possibilità del sussistere e non sussistere degli stati di cose.

4.4 (6)    La proposizione è l'espressione della concordanza e discordanza con le possibilità di verità delle proposizioni elementari.

4.5 (3)    Ora par sia possibile indicare la forma proposizionale più generale: vale a dire, dare una descrizione delle proposizioni d'un linguaggio segnico qualunque, così che ogni possibile senso possa essere espresso da un simbolo cui conviene la descrizione e così che ogni simbolo, cui conviene la descrizione, possa esprimere un senso, se i significati dei nomi sono rispondentemente scelti.

È chiaro che, nella descrizione della forma proposizionale più generale, solo l'essenziale di essa può essere descritto, - altrimenti essa non sarebbe la più generale.

Che vi sia una forma proposizionale generale è dimostrato dal non potervi essere alcuna proposizione, la cui forma non si sarebbe potuto prevedere (vale a dire, costruire). La forma generale della proposizione è: È così e così.